Archivi categoria: Notizie

Quando tutti volevano essere Nanni Moretti

Fu proprio al Filmstudio negli anni ’75-’76 che si cominciò a parlare di Giovane cinema italiano per definire una serie di film indipendenti che non potevano essere fatti rientrare nei filoni classici dell’underground o del cinema militante.
Erano film prodotti in maniera indipendente generalmente dagli stessi autori, girati in Super8 o in 16mm, la cui costante era il recupero del “narrativo” e un dichiarato disprezzo per la sperimentazione.
Il 14 dicembre del 1976, un giovane filmaker sconosciuto, alto, magro, con i capelli lunghi di nome Nanni Moretti, esordì al Filmstudio con il suo primo lungometraggio “Io sono un autarchico” (girato in Super8). Inaspettatamente il film esplose. Fu un successo travolgente.
“Io sono un autarchico” irruppe nella scena cine-socio-politico-culturale del momento come il film che molti, senza saperlo, stavano aspettando. Continua la lettura di Quando tutti volevano essere Nanni Moretti

LA BATTAGLIA PER IL FILMSTUDIO CONTINUA!

Bernardo Bertolucci e il Filmstudio

Bernardo Bertolucci e il FilmstudioDopo oltre due mesi dalla scomparsa il Filmstudio dedica un ricordo a Bernardo Bertolucci, con il quale aveva stabilito fin dal 1967 un intenso rapporto di stima e amicizia reciproca. Troppi i ricordi, gli eventi e i momenti che ci hanno accompagnato in un percorso durato cinquant'anni. Lo ricorderemo spesso. Cominciamo con il proporvi un breve stralcio filmato di una intervista sul Filmstudio che Bernardo ci concesse ( ad Armando Leone e al regista Toni D'Angelo – primavera 2015) nella sua mitica casa di Trastevere.

Pubblicato da Cinema Filmstudio su Sabato 9 febbraio 2019

LA BATTAGLIA PER IL FILMSTUDIO CONTINUA!
Abbiamo inviato un messaggio alla Regione Lazio. Precisamente a Nicola Zingaretti (Presidente e Assessore alla Cultura) e ad Albino Ruberti (Capo di Gabinetto). 
Crediamo basti il testo di questa lettera per comprendere il senso dell’impegno militante e sempre indipendente che vogliamo portare avanti.
Come in ogni altro passaggio di questo confronto rendiamo pubblica la comunicazione e la condividiamo con i nostri amici e sostenitori. 
IL PROGETTO CULTURALE E SOCIALE CHE ABBIAMO DECISO DI RIAFFERMARE SARÀ COMUNE, COLLETTIVO E CONDIVISO. OPPURE NON SARÀ.
A breve dovrebbe avvenire l’incontro che abbiamo chiesto.
Pretendiamo una risposta politica e non burocratica. Noi siamo pronti ad assumerci una responsabilità storica e culturale che riguarda Roma e i Romani e che coinvolge il Paese.
Ci auguriamo che sia Nicola Zingaretti ad accettare il confronto politico e avremmo in ogni caso preferito un incontro pubblico. Continua la lettura di LA BATTAGLIA PER IL FILMSTUDIO CONTINUA!

Diari di Cineclub – Ottobre 2018

Il testo dell’articolo apparso sul numero di ottobre di DIARI DI CINECLUB che descrive la vergognosa vicenda legata al Filmstudio

Diari di Cineclub
periodico indipendente di cultura e informazione cinematografica
Esce il numero 65 | Ottobre 2018 di Diari di Cineclub
Scaricalo gratis

 

Assalto al Filmstudio

In via Degli Orti d’Alibert, 1, Roma a pochi metri dal Carcere di Regina Coeli vogliono uccidere il Filmstudio e il cinema indipendente. Appello a tutti gli uomini e donne di buona volontà

Il Filmstudio dal 1967 è uno spazio di Roma per il cinema. Uno spazio libero, indipendente, con un’identità e una proposta culturale ben definita. Negli anni ‘70 è stato il riferimento di avanguardie anche internazionali e luogo di incontro di grandi registi, di artisti provenienti da altre discipline artistiche e di autori e intellettuali che sapevano sperimentare e innovare.

Continua la lettura di Diari di Cineclub – Ottobre 2018

Difendere il Filmstudio

Il Filmstudio sta subendo un attacco vile e fascista e rischia di scomparire per sempre.
Il Filmclub che ha contribuito a scrivere la storia della cinematografia indipendente e d’autore potrebbe essere assassinato. Politica e Istituzioni non vogliono confrontarsi sul piano che dovrebbe competergli: politico, culturale e sociale.
Mandano avanti i sicari della burocrazia ma noi vogliamo vedere in faccia i mandanti. Noi vogliamo invece confrontarci sul terreno della democrazia, della libera espressione e del patrimonio culturale al servizio dei cittadini.

Il Filmstudio ha una storia e un’identità
Chi ha una storia politica e un’identità politica accetti il confronto
Se non ce l’ha ascolti cosa vuol dire avere un progetto e una visione

Continua la lettura di Difendere il Filmstudio