La Sapienza

logo_registrazione
Venerdì 13 febbraio alle 20,30
la_sapienza_posterLa Sapienza
di Eugène Green
Soggetto e sceneggiatura: E. Green; fotografia: Raphaël O’Byrne; montaggio Valérie Loiseleux; suono: Mirko Guerra, Sonia Portoghese; scenografia: Giorgio Barullo; costumi: Agnès Noden; aiuto regia: Stefano Ruggeri
Con Fabrizio Rongione, Christelle Prot Landman, Ludovico Succio, Arianna Nastro.
Produzione: Alessandro Borrelli, Martine De Clermont per La Sarraz Pictures, Mact Productions

(Francia/Italia 2014, col., durata: 107′). Presentato al Festival di Torino.

La Sapienza racconta del viaggio dell’architetto parigino Alexandre. All’apice di una affermata carriera, Alexandre decide di partire alla volta dell’Italia per riprendere un lavoro interrotto anni prima. Ad accompagnarlo, la moglie Alienor che sente sfuggire pian piano il rapporto con il marito e la passione di un tempo. Arrivati a Stresa conoscono accidentalmente Goffredo e Lavinia, una giovane coppia di fratelli del posto: il primo prossimo agli studi di architettura, la seconda afflitta da una malattia di origine nervosa. Complice un istinto materno celato tempo addietro, Alienor sente la necessità di restare a Stresa con Lavinia per aiutarla a sconfiggere il suo problema, suggerendo al marito di continuare il suo cammino accompagnato da Goffredo. Questa separazione sarà per tutti l’inizio di un percorso intimo prima che reale…
Il film narra della storia d’amore che si sviluppa in parallelo tra architettura, ispirazione artistica e naturalmente i sentimenti. Il titolo del film infatti richiama uno dei progetti più straordinari realizzati dal Borromini: la chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza a Roma.

Lascia un commento

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE